News

5 febbraio 2018

Offensiva a favore della formazione continua: un posto di lavoro anziché aiuti sociali

Grazie a una Terminologia tedesco-francese-italiano-inglese nell'ambito della formazione
[Fare clic qui per maggiori informazioni]
formazione
continua mirata, 75 000 beneficiari dell’aiuto sociale avrebbero buone probabilità d’inserirsi nel mondo del lavoro. In primo luogo si tratterebbe di colmare lacune nelle competenze di base quali la lettura e la scrittura o nell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, per poi migliorare le qualifiche. [leggi]

31 gennaio 2018

Disparità nella ripartizione del patrimonio

Da analisi svolte nell’ambito di un progetto di ricerca del Fondo nazionale svizzero emerge che nella ricca Svizzera i patrimoni sono detenuti da un numero sempre più ristretto di persone. Le disparità aumentano, diventando col passare del tempo un problema economico e sociale. [leggi]

25 gennaio 2018

Persone ammesse provvisoriamente: abolito il contributo speciale sul reddito dell’attività lucrativa

Le esperienze dei datori di lavoro con l’assunzione di rifugiati sono essenzialmente positive, ma gli ostacoli amministrativi sono spesso un elemento dissuasivo. Di fronte a questo problema, il Consiglio federale ha reagito approvando pertinenti modifiche delle ordinanze concernenti la legge federale sugli stranieri, entrate parzialmente in vigore il 1° gennaio 2018. [leggi]

16 gennaio 2018

Lottare contro la povertà infantile è un dovere

Caritas Svizzera chiede che vengano adottati a livello nazionale strumenti collaudati quali le prestazioni complementari per le famiglie nonché misure di sostegno alla prima infanzia. Queste soluzioni, fondamentali per la riduzione della La povertà può essere definita in generale come un’insufficienza di risorse (materiali, culturali e sociali)...
[Fare clic qui per maggiori informazioni]
povertà
infantile, hanno già dato buoni risultati in alcuni Cantoni. [leggi]

4 gennaio 2018

354'000 persone hanno bisogno di assistenza sociale

Nel 2016, la quota di aiuto sociale finanziario è aumentata di 0,1 punti, raggiungendo il 3,3%, ovvero 273'000 beneficiari. Inoltre, per avere una visione più ampia dell'aiuto sociale in Svizzera, è necessario prendere in considerazione anche i 25'500 beneficiari del settore dei rifugiati e le 55'500 persone del settore dell'asilo. [leggi]

20 dicembre 2017

Novità nel campo dei gruppi di gioco

Pubblicati gli studi «Empfehlungen für Gemeinden und Kantone» e «Qualitätsmerkmale für Spielgruppen»: l’associazione svizzera dei responsabili dei gruppi di gioco (Schweizerischer Spielgruppen-Leiterinnen Verband, SSLV) ha elaborato, in cooperazione con specialisti attivi presso autorità, nel mondo scientifico e sul campo, due documenti di base con raccomandazioni per la collaborazione con i gruppi di gioco. [leggi]

15 dicembre 2017

Pubblicazione della guida «Contratti di prestazioni tra enti di sicurezza sociale e imprese di integrazione sociale e professionale (IISP)»

La guida è stata elaborata per agevolare gli organi esecutivi cantonali e comunali dell’AI, dell’AD e dell’aiuto sociale nella conclusione di contratti di prestazioni con IISP, in modo da consentire loro di individuare il potenziale di miglioramento dei contratti esistenti o sostenerli nell’elaborazione di nuovi contratti con tali imprese. [leggi]

12 dicembre 2017

Zurigo: strategia d’integrazione professionale e sociale

Il numero di beneficiari di prestazioni dell’aiuto sociale è in continuo aumento. Con il piano «Fokus Arbeitsmarkt 2025» e una nuova strategia d’integrazione, il dicastero della socialità della Città di Zurigo risponde ai mutamenti in atto nel mercato del lavoro e attua un cambio di filosofia nell’ambito dell’aiuto sociale. [leggi]

1 dicembre 2017

Competenze di base sul posto di lavoro

La digitalizzazione, l’automatizzazione e i nuovi processi organizzativi stanno modificando i profili professionali. Per consentire ai lavoratori di rimanere al passo coi tempi e mantenere il posto di lavoro, dal 2018 la Confederazione finanzierà alcune formazioni continue volte a potenziare le competenze di base. [leggi]

27 novembre 2017

Rapporto statistico sulla situazione sociale della Svizzera

Le persone con una scarsa Terminologia tedesco-francese-italiano-inglese nell'ambito della formazione
[Fare clic qui per maggiori informazioni]
formazione
e gli stranieri, nonché i genitori soli e le famiglie con molti figli sono esposte al rischio di esclusione sociale in maniera superiore alla media. La partecipazione al mercato del lavoro resta stabile. È quanto emerge dall’aggiornamento dei principali indicatori del Rapporto statistico sulla situazione sociale (dell'UST). [leggi]