Qualificazione degli adulti

Una formazione postobbligatoria è un presupposto importante per una vita professionale di successo e quindi per l’indipendenza economica. Aiutare gli adulti poco qualificati ad acquisire e mantenere le competenze di base nonché a conseguire un diploma professionale o a cambiare professione (formazione di recupero) è dunque un punto fondamentale per prevenire la povertà. Gli adulti che non dispongono di una formazione postobbligatoria sono infatti esposti a un rischio più elevato di ritrovarsi in condizioni di lavoro precarie e sono maggiormente a rischio di povertà. 

In Svizzera, si stima a circa mezzo milione il numero delle persone di età compresa tra i 25 e i 64 anni che non hanno concluso alcuna formazione postobbligatoria. Il nostro sistema di formazione professionale offre agli adulti diversi percorsi per conseguire a posteriori un diploma professionale riconosciuto: 

  • una formazione professionale di base regolare con un contratto di tirocinio, 
  • una formazione professionale di base abbreviata o prolungata secondo accordi individuali o in tirocini speciali per adulti, 
  • l’ammissione diretta alla procedura di qualificazione e 
  • la validazione degli apprendimenti acquisiti (al momento possibile solo per determinate professioni). 

Inoltre, la legge sulla formazione professionale (LFPr) lascia alle organizzazioni del mondo del lavoro, ai Cantoni e alla Confederazione un margine di manovra per proporre altre soluzioni, quali ad esempio formazioni modulari o la possibilità di sostenere esami parziali invece dell’esame finale integrale. Generalmente, però, ottenere una qualificazione in età adulta comporta qualche difficoltà a livello sia di tempo che di denaro: con un reddito modesto è difficile riuscire a mantenersi e a coprire i costi supplementari legati a una formazione di recupero, tanto più se si ha anche un’intera economia domestica a cui pensare. La flessibilità e un contesto di apprendimento appropriato sono pertanto due fattori importanti per garantire un’offerta formativa che risponda ai bisogni degli adulti. 

I principali attori del settore sono la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI), i Cantoni (uffici della formazione professionale e del sostegno sociale) e le organizzazioni del mondo del lavoro. Vanno inoltre segnalati la Segreteria di Stato dell’economia (SECO), l’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) e la Segreteria di Stato della migrazione (SEM), che s’impegnano per la formazione di recupero e la qualificazione a posteriori mediante, rispettivamente, l’assicurazione contro la disoccupazione, l’assicurazione invalidità nonché programmi d’integrazione cantonali e progetti in collaborazione con la SEFRI. Non da ultimo, partner importanti sono anche le imprese stesse che offrono agli adulti diverse possibilità di tirocinio. 

Il sostegno agli adulti poveri o a rischio di povertà che non hanno le competenze di base o le qualificazioni professionali necessarie rientra nel campo d’azione «Opportunità educative» della Piattaforma nazionale contro la povertà. Dal 2014 al 2018, il Programma nazionale ha sostenuto progetti pilota a favore di questo gruppo target. Tutte le attività del programma sono state svolte in stretta collaborazione con gli attori del settore, il che ha permesso di fornire impulsi e di migliorare la rete di contatti.

Da un workshop svoltosi nel giugno del 2018 è emerso che i servizi sociali vorrebbero beneficiare di un sostegno in materia. Essi desiderano innanzitutto sapere quali strumenti e quali metodi permettono di migliorare in modo duraturo le competenze di base e le qualificazioni professionali delle persone povere e come instaurare le collaborazioni necessarie. Le attività della Piattaforma nazionale volte a rafforzare l’azione dei servizi sociali presso gli adulti senza qualificazione professionale saranno armonizzate con quelle della SEFRI e con le iniziative di altri attori (p. es. l’offensiva in materia di formazione promossa dalla Conferenza svizzera delle istituzioni dell’azione sociale).

Scheda informativa «Qualificazione professionale per adulti e promozione delle competenze di base» (settembre 2018, in francese o in tedesco)
Scheda informativa «Opportunità educative dalla prima infanzia all’età adulta» (settembre 2018, in francese o in tedesco)
«Opportunità educative garantite nel tempo: esempi pratici»

Manuale «Formazione professionale di base per adulti», SEFRI (2017)

Il manuale si rivolge agli specialisti dei Cantoni, delle organizzazioni del mondo del lavoro e degli istituti di formazione che intendono proporre offerte formative per adulti finalizzate a ottenere un attestato federale di capacità o un certificato federale di formazione pratica.

Vues d’ensemble cantonales: Encouragement et maintien des compétences de base chez les adultes (SEFRI, marzo 2019)

Panoramica delle misure di formazione specifiche riguardanti l’acquisizione e il mantenimento delle competenze di base degli adulti negli cantoni.

Quadro di riferimento competenze di base in TIC

In collaborazione con un gruppo di esperti, la SEFRI ha sviluppato un quadro di riferimento utile come riferimento per gli enti finanziatori e le organizzazioni di formazione continua per descrivere più concretamente l’ambito delle competenze di base in tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Guida: Convalida delle prestazioni di formazione nella formazione professionale di base

La guida «Convalida delle prestazioni di formazione nella formazione professionale di base», che integra il manuale «Formazione professionale di base per adulti», descrive il processo di convalida delle prestazioni di formazione e contiene raccomandazioni per i Cantoni e gli enti responsabili delle professioni.

L’evoluzione delle opportunità occupazionali delle persone poco qualificate in Svizzera

Negli ultimi 20 anni, in Svizzera le opportunità delle persone poco qualificate nel mercato del lavoro sono nettamente diminuite: è quanto emerge da uno studio commissionato dal Dipartimento della socialità di Zurigo.

Boggsen - nuovo film di Jürg Neuenschwander

Nel film BOGGSEN di Jürg Neuenschwander, dieci adulti di cittadinanza svizzera danno l’opportunità al pubblico di farsi un’idea della loro vita. Potete visionare alcuni estratti del documentario (in tedesco e in francese) sul sito Internet www.boggsen.ch. Il DVD può essere ordinato presso la Federazione svizzera Leggere e Scrivere.

Rischio di povertà per gli adulti a causa di scarse competenze di base? (in tedesco)

In un’intervista pubblicata sul bollettino della Chiesa cattolica del Cantone di Zurigo, Talitha Schärli Petersson, responsabile di progetto nell’ambito del Programma nazionale contro la povertà, illustra il nesso tra scarse competenze di base e povertà. (pagine 4 e 5)

Dokumentation (Evaluation & Ausführungskonzept) Projekt „Enter – vom Bittgang zum Bildungsgang“

Il progetto «‹Enter› – Berufsabschluss für Menschen aus der Sozialhilfe» si prefigge di aiutare le persone senza titolo professionale riconosciuto a seguire una formazione professionale, affinché possano raggiungere l’indipendenza economica. Nell’autunno del 2016, il Consiglio di Stato del Cantone di Basilea Città ha deciso di proseguire il progetto fino al 2021.

"Angebote der Nachholbildung. Möglichkeiten und Grenzen für die Arbeitslosenversicherung" SECO (2015)

Uno studio del KEK Beratung per conto di SECO (in tedesco) analizza le possibilità e i limiti dell'assicurazione contro la disoccupazione per il sostegno alla formazione di recupero per gli adulti.

"Panorama.attualità", Newsletter

Informazioni specializzate per la formazione, l’orientamento e il mercato del lavoro


PiùMeno

Enquête suisse sur les participants aux cours « Lire et Ecrire »

Federazione svizzera Leggere e Scrivere, Association Lire et Ecrire, Verein Lesen und Schreiben Deutsche Schweiz, Associazione Leggere e Scrivere

HEKS@home

Oeuvre d'entraide des Eglises protestantes de Suisse (EPER)

Nachholbildung für alle

ask! Beratungsdienste für Ausbildung und Beruf Aargau


PiùMeno

Ultima modifica: 11.10.2019